fbpx

Lo scrittore Massimo Tedeschi a Cascina Clarabella

Giovedì 19 maggio a Parole tra i filari lo scrittore Massimo Tedeschi  presenterà “Semiramide, Una veggente nel Novecento da Mussolini a Nilla Pizzi (Scholè – Morcelliana, 2021).
Dialoga con l’autore, Andrea Franzoni dell’associazione Brescia si legge.
La serata è organizzata in collaborazione con La Libreria del lago di Sarnico.

Massimo Tedeschi, giornalista professionista, come caporedattore del “Corriere della Sera” ha fondato e diretto il dorso bresciano del quotidiano di via Solferino. Ha collaborato con diverse testate nazionali e locali, è autore di libri di storia politica, economica, sociale e culturale.

La biografia storica ricostruisce – cercando di tracciare una linea di demarcazione tra storia e leggenda – le vicende di uno dei personaggi più affascinanti della Brescia del Novecento: Semiramide, al secolo Semiramide Gazzo Ghidoni, Brescia 1907-1962). Sensitiva, chiromante e grafologa idolatrata da un paese fiducioso nella magia e negli oroscopi, fu la veggente dei vip.
Un viaggio ricco di curiosità nella cultura popolare italiana del Novecento, tra superstizioni, credenze magiche e incontri con personaggi famosi: da Italo Balbo a Mussolini, da Claretta Petacci alla vedova di D’Annunzio, dalla Loren a Nilla Pizzi.

Mentre si ascolta l’autore, si gustano il piatto aperitivo del Centottanta e un calice di Franciacorta Clarabella.

Subito dopo la presentazione, l’autore sarà disponibile a dialogare con il pubblico e per il firmacopie dei libri, che si potranno acquistare sul posto.

Chi lo desidera, su prenotazione, potrà fermarsi a cena scegliendo dal menu alla carta o ‘I taglietti’, gli assaggi proposti dallo chef.

 

Ore 19.30 Centottanta Cantina&Cucina.
15 euro su prenotazione a clarabella@cascinaclarabella.it o al numero 030.9821041.

 

Vi piacerà perché:

– narra una vita fuori dal comune, un personaggio affascinante raccontato a tutto tondo

– ricorda fatti di cronaca e questioni di politica internazionale: da Italo Balbo a Mussolini, da Claretta Petacci alla vedova di D’Annunzio, dalla Loren a Nilla Pizzi…  sono centinaia i nomi di coloro che – pare – si siano fatti predire il futuro da lei.

 

LA LOCANDINA

 

CHI ERA SEMIRAMIDE

Predisse il futuro a Italo Balbo, a Claretta Petacci, allo stesso Mussolini ed a moltissime persone famose o sconosciute spinte dalla curiosità o dal bisogno di sapere. Amica della vedova di D’Annunzio, di scrittori, politici, intellettuali ed attori, fu una veggente cara al regime fascista ma si trovò a suo agio anche nell’Italia del dopoguerra, quando tenne seguitissime rubriche su riviste popolari, collezionò apparizioni in televisione e venne intervistata da radio italiane e straniere.