Il marchio CE premia il lavoro dell’Agroittica Clarabella

Dalla bottarga di tinca agli hamburger di luccio. Il marchio di Cremignane alla «scalata» europea

Tesori del lagod’Iseo -bottarga di tinca, filetti di cavedano, hamburger di luccio, per citarne alcuni – entrano a far parte dei prodotti tipici del Sebino e della Franciacorta da esportare insieme al vino e all’olio extravergine d’oliva.
Il progetto proviene dall’Agroittica Clarabella, nuovo laboratorio di Cremignane d’Iseo che ha ottenuto il marchio CE, riconosciuto a livello europeo allo stabilimento di produzione e commercializzazione.
Il marchio permette la libera circolazione in tutti i paesi dell’Unione deiprodotticommercializzati
da Agroittica Clarabella, con la garanzia del rispetto degli standard strutturali,gestionali,
sanitari e di tracciabilità.
Inaugurata la scorsa estate, l’attività ha ricevuto il plauso degli operatori del settore, tra pescatori e ristoratori.
Il progetto e la sua realizzazione sono stati promossi dell’Autorità di Bacino lacuale e dal mondo della pesca di
professione. Tutto è nato dal fatto che i pescatori trovavano nella stagionalità della loro attività e nel rapido deperimento del pescato grosse criticità:
chi non riusciva a vendere subito il prodotto fresco era costretto a svenderlo. La valorizzazione del pescato lacustre
necessitava di un centro di trasformazione che regolasse i picchi stagionali di pesca e permettesse di rendere disponibile al mercato prodotti lavorati e confezionati nel rispetto delle norme igienico- sanitarie.

Svolta. Ecco dunque l’entrata in campo dell’Agroittica Clarabella, azienda che fa parte del filone di esperienze lavorative attivate dal Consorzio Clarabella, mirate, da un lato, all’integrazione di soggetti svantaggiati e dall’altro alle esigenzelocali. La Cooperativa Clarabella ha raccolto la sfida, realizzando il centro di trasformazione ittica a disposizione del territorio.
Molti pescatori del lago hanno già aderito all’iniziativa portando al laboratorio il pescato. Agroittica Clarabella restituisce i prodotti lavorati e semilavorati, contribuendo al recupero di antiche tradizioni, ricette, trattamenti e preparazioni provenienti dalla saggezza popolare. Alle lavorazioni tradizionali si affianca una parte
d’innovazione per la linea delle conserve e dell’affumicazione. //

scarica l'articolo