La psichiatria di comunità: un modello per favorire l’inclusione sociale di persone con disturbi psichici gravi.   «Per poter affrontare veramente la “malattia” dovremmo poterla incontrare fuori dalle istituzioni. Intendendo con ciò non soltanto fuori dall’istituzione psichiatrica manicomiale, ma fuori da ogni altra istituzione la cui funzione è quella di etichettare, codificare e fissare in ruoli